Annunci
Annunci

NO BIO? NO BUONO!

NOI SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO

E’ un assunto assolutamente condivisibile. Fatti due veloci ragionamenti, mi rendo conto che sono messa male.

Tolte le depravazioni con cui amo vellicare le parti molli del mio cavo orale, non posso di sicuro affermare di nutrirmi in modo ineccepibile.

Ciò detto, e a fronte di ripetuti stress da vita moderna, il mio povero stomaco ha deciso di ribellarsi mettendosi sul piede di guerra regalandomi una gastrite di quelle con i fiocchi.

Dopo la visita, la prescrizione di un sacco di pilloline, ho pensato che, considerata la situazione, era bene passare al supermercato “bio”, per coccolare un po’ il pancino dolente. Detto fatto.

Alghe, gomasio, tofu, thè e qualche altra sciocchezzuola e il conto alla cassa è schizzato verso l’alto come fosse un razzo!

Alla mia richiesta di acquistare una borsa di tela, onde evitare il richio di danneggiare i preziosi vasetti di vetro, mi vedo chiedere € 4,90 per la borsa di cotone bio!!!!

No, dico, ci rendiamo conto??? Per una borsa della spesa!

E chissenefrega se il cotone è biologico!! Mica me la devo mangiare!!!

MORALE: per nutrirsi bene, bisogna essere ricchi o avere un latifondo o una campagna che altri coltivano in propria vece e goderne dei frutti.

Per tutti gli altri … cibo spazzatura!

Pimpra

Annunci
Articolo precedente
Lascia un commento

5 commenti

  1. antigonewoland

     /  6 novembre 2012

    BIO=ti fregano un sacco di quattrini per una “definizione” tale e quale come la apple…approposito la apple sarà bio? per questo costa così tanto? LOL…poi alla fine come dietro la apple inc. di stefano lavori (che a quanto si dice schiavizzava i dipendenti e i collaboratori a livelli da stakanov) ci trovi prodotti fatti come tutti in oriente, dove le manine dei bambini per qualche miseria e senza diritti ne tutele sono più bravi ad assemblare le componenti… fidati: vuoi veramente bio? sii autarchica: coldiretti o mercati ortofrutticoli…come ai bei vecchi tempi.

    Mi piace

    Rispondi
  2. antigonewoland

     /  6 novembre 2012

    renditi conto di una cosa: ormai mangiare sano è un lusso. ecco e non so se sai che una direttiva europea vuole pure privarci della sovranità alimentare, impedendo agli agricoltori di prodursi le proprie sementi (magari con una ricerca legata alle specialità del luogo quindi anche perdità della varietà e della ricchezza e della cultura alimentare) obbligandoli a comprarle esclusivamente dalle multinazionali dell’agricoltura (le stesse che hanno fatto uno scempio nella foresta amazzonica e altrove, per intenderci)…e monti come un bravo fedele maggiordomo sta provvedendo…:-) Ormai sarà anche vietato avere un proprio orto…il latifondo servirà solo per arricchire i soliti noti. e gli agricoltori torneranno ad essere servi della gleba…

    Mi piace

    Rispondi
  3. antigonewoland

     /  6 novembre 2012

    il sorriso dopo il fatto che monti sta provvedendo… mi è scappato…doveva essere 😦

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: