Annunci
Annunci

PROFUMO DI CASTAGNE E DI VENTO

bora1

E’arrivato così, senza tanti complimenti, da un giorno all’altro.

Ti addormenti dentro a un autunno colorato di foglie di sambuco, odoroso di muschio e quercino e ti risvegli una mattina che le tapparelle della stanza suonano il ritmico “tam tam” delle raffiche di bora.

E’ arrivato, l’inverno si annuncia così.

In scooter comincia la danza degli equilibrismi, perchè la bora ama giocare d’improvvisazione e, d’un tratto, ti ritrovi dentro la raffica e fatichi a non farti tirare giù.

Ho cambiato abbigliamento tecnologico, sono passata dal piumino autunnale, ovversia corto a giacca, a quello che copre fino al ginocchio. Mi piacerebbe averne uno ancora più lungo.

E’ questa la magia dell’inverno al nord est, si vive nelle folate d’aria che spezzano  – apparentemente – l’inquinamento. Certo, fa un freddo difficile da gestire, per chi non è abituato, perchè punge e s’insinua ovunque.

A Trieste ci si deve letteralmente “blindare” oppure vince lei, la nostra amatissima bora, manifesto e simbolo di questa città.

A riscaldare gli animi ci pensano i venditori di castagne che sono i nuovi ricchi, perchè, mi chiedo, come sia possibile che trovino ancora clienti a cui vendere i preziosi frutti alla modica cifra di 6 euro per 4 castagne. A me sembra una follia, non vi pare?

L’aroma delle caldarroste però è impagabile, riporta, a suon di olfatto, a tutti gli inverni che sono già passati e con essi si snoda la malinconia dei ricordi.

Amo questo farsi delle stagioni, mi piace immettermi nel flusso della natura senza ostacolarlo.

Aspetto il freddo, più freddo ancora. Poi ci saranno le luci di natale, i botti di capodanno e via, verso il nuovo, verso una stagione rinnovata, verso il domani che, forse, è già qui…

 

Pimpra

IMAGE CREDIT DA QUI

 

Annunci
Articolo precedente
Articolo successivo
Lascia un commento

10 commenti

  1. Sono stata a Trieste anni fa: la bora è indimenticabile, come la città stessa! brrr che freddoooooo!

    Mi piace

    Rispondi
  2. antigonewoland

     /  26 novembre 2014

    beh… la gente è disposta a pagare chiaramente perchè altrimenti dovrebbe andare a scarpinare al freddo tra i castagni…portarsi le castagne a casa e vedere di riuscire a fare le caldarroste in qualche maniera…e non tutti hanno il camino e sono attrezzati…

    Mi piace

    Rispondi
  3. Il mio clima, la mia stagione, senza ombra di dubbio.

    Mi piace

    Rispondi
  4. Io continuo a sognare la casa a Duino, in cima alla scogliera. Però vorrei essere già a gennaio, non amo né il Natale né il capodanno

    Mi piace

    Rispondi
  5. antigonewoland

     /  28 novembre 2014

    A me piacciono tutte le stagioni, per le loro caratteristiche intrinseche…

    Liked by 1 persona

    Rispondi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: