Annunci
Annunci

SI SALDI CHI PUO’!!!!

saldiDico io, un tranquillo pomeriggio di shopping con la madre. Al solito megastore, troppo affollato per i miei gusti, mi affaccio alla rella dell’articolo che vado cercando e, ovviamente, la mia taglia non c’è più (la solita jella).

Poco male, mi accontento di un articolo di una taglia più grande, che mi tirano dietro, ma tanto l’utilizzo è destinato alle trasferte in scooter e ritengo che sia un affare.

Passo al piano B, salgo di un piano, in effetti, e mi aggiro alla ricerca di una paio di pantaloni. Vado serena sulla taglia 42 e ne prendo un bel po’.

In camerino, il dramma.

Non uno, dico uno, che mi stesse bene, che avesse un senso su di me. Tutti giganteschi, enormi, senza forma: uno schifo totale.

Chiedo aiuto al supporter materno, prova a trovarmi qualcosa del genere di una taglia in meno. La madre esegue, prontissima.

Entro agilmente nella 40, un paio mi è addirittura grande.

Mi incazzo. Ditelo che avete etichettato i capi “a caso” che tanto  è impossibile che il cosciotto sia più piccolo di una taglia 40!!!

Mi arrabbio tanto tanto perchè, in questo modo, per scegliere una qualsiasi cosa, bisogna prendere la taglia che si pensa, una di più e una di meno e sperare che almeno una vada bene!

Con le scarpe idem: il 39 che calzava come un 38 stretto, il 40 che era come un 41… tremendo!!!

… Il mio affare l’ho portato a casa comunque ma … dai saldi… SI SALDI CHI PUO’! 🙂

Pimpra

Annunci
Articolo precedente
Lascia un commento

5 commenti

  1. sempre un disastro con le taglie, pantaloni vestiti reggiseni… sigh! ma questa benedetta globalizzazione, non la si poteva applicare là dove era strettamente necessaria?? 😉

    Mi piace

    Rispondi
    • Verissimo! ma credi che sia la globalizzazione il problema o che le aziende non curano più certi, fondamentali, dettagli (il rispetto della taglia, ad esempio)??? A questo punto preferisco l’utilizzo di S M L ecc che, almeno, so essere taglie per modo di dire 🙂

      Mi piace

      Rispondi
      • mah, è una delle cose che non capisco. Soprattutto perché, se 40/42/44/46 ecc fosse davvero la stessa taglia per tutti, tantissima gente (cioè, io di sicuro!) non farebbe tanta resistenza a comprare su internet. Perché sì, puoi anche cambiare l’articolo, ma che rottura; e la benedetta tabella di conversione è linkata in caratteri piccolissimi, e chi la trova mai?
        Ma contenti loro! 😉

        Mi piace

  2. questione di marketing. una ciocciotella prende più volentieri una 42 o 44 rispetto ad una 44 o 46.. così vendono di più

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: