Annunci
Annunci

IL COLORE DELL’ANIMA

Oggi è una giornata particolarmente triste.

Insieme a tantissime persone ho salutato un amico che ha lasciato questa dimensione con troppo anticipo.

Non ci è dato capire molti perchè e quando un giovane se ne va in un altro dove, veniamo travolti da infinite domande, tra le quali campeggia, enorme, un gigantesco “PERCHE’?”. Siamo esseri troppo finiti per comprendere ragioni che sfuggono alla nostra logica umana, perciò, limitiamoci ad accettare e, con tanto amore nel cuore, a lasciare partire per il loro lungo viaggio, le anime belle che, in questa vita, abbiamo avuto la fortuna di incontrare.

E fino a qui, metafisica.

Non posso non ripensare al suo volto, a come sembrava dormisse di un sonno così diverso dal nostro conosciuto ed allora ho compreso che la nostra anima, quando ci abita, colora di sè il corpo tutto.

E non sono storie di fisiologia, sangue che scorre e tanti bla bla bla scientifici.

L’anima, il soffio vitale, ci riempie di sè e- al di là- del nostro involucro esterno, bello o brutto che sia-  conferisce il “colore della nostra vita”.

E’ per questo che cerco di cancellare dagli occhi (con grande difficoltà), l’immagine di chi ci ha lasciato, per portare dentro di me il ricordo di quando quella persona era “colorata” della sua vita.

In questo modo riesco a sorridere, a ripensare alla gioia, a tutto ciò di bello che ho potuto condividere con quell’anima e aiutarla a volare ancora più leggera verso il dove in cui è diretta.

Adesso so che quando capiterà di dover salutare qualcuno, sceglierò di non guardare il suo corpo, oramai vuoto.

Oggi  ho visto una marea di palloncini colorati liberati in cielo ed è questa immagine meravigliosa che voglio associare all’amico che ho salutato stamane.

Pimpra

Annunci
Articolo precedente
Articolo successivo
Lascia un commento

6 commenti

  1. come forse non sai ho scritto recentemente un romanzo che si intitola la danza delle due anime bambine e parla di anime che colorano i loro ospiti… se vuoi leggerlo te lo mando
    l ho anche dedicato a mio padre e a una mia amica compagna di scuola che se ne sono andati nel mentre lo scrivevo e alle loro anime colorate di blu e di viola

    Mi piace

    Rispondi
  2. Anch’io ho deciso così ..da qualche anno
    Sarà che più passano gli anni e più spesso ti capita ….ma io i miei amici me li voglio ricordare come erano

    Mi piace

    Rispondi
    • Sì, perchè, purtroppo ci si fissa nella memoria l’immagine ultima, quella più triste che intristisce il ricordo della persona, e ciò, non è bene. Assolutamente. Bisogna ricordare sempre con gioia…

      Mi piace

      Rispondi
  3. jyanps

     /  13 aprile 2012

    IO non mi sono sempre tenuto lontano dai cari che avrei dovuto salutare. Mia madre però s’è risentita ed è venuta a trovarmi in sogno…che brividi.Ovviamente condivido mantenere i bei ricordi, ho il terrore dei volti vuoti, anche di quelli che camminano ancora…

    Mi piace

    Rispondi
    • Di volti vuoti che camminano ancora è, purtroppo, pieno il mondo. QUanto al resto, se la tua mamma è venuta a trovarti, è meraviglioso…

      Mi piace

      Rispondi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: