TUTA BLU

Una sfortuna dopo l’altra e mi ritrovo con i potenti mezzi guasti. Scooter malconcio per un freno che si è rotto, macchina azzoppata con ruota a terra.

Ovviamente devo andare in trasferta per lavoro e non posso permettermi di avere il mio parco motori che non sia in perfetto stato.

UN DISASTRO.

A ciò va aggiunto che:

– sono donna –> soggetto perfetto per essere preso in giro da maschi_maschi in “tuta blu”

– sono bionda –> eleva a potenza quanto sopra

– non ho mai tempo –> quindi non ho fornitori di fiducia

– davvero_davvero di motori non ci capisco un cippa–> quintuplica gli effetti collaterali del punto di cui sopra

EPPURE…

Sotto una pioggia imbestialita arrivo dal mio benzinaio di fiducia e lui, quello più bello, si avvicina per farmi il pieno. Sorrido e chiedo “Senti ma… ho finito l’acqua del tergicristalli e…” risponde, da vero maschio, “apri il cofano”, “subito!”

Mi avvicino al cruscotto, comincio a palpeggiare in basso a sinistra dove, sulla 500, trovavo la leva per aprire e … non trovo nulla. “Maledetti francesi” penso tra me e me, il baldo giovane mi guarda, l’occhio azzurro con una scintilla di ironia, prova a darmi le coordinate per trovare la leva.

Niente da fare.

Arriva lui, sempre tranquillo, mentre comincio a sentirmi una decerebrata e… zac apre il cofano. “Come ti dicevo, in basso a sinistra…” e  sorride ancora.

A cofano aperto, lo avvicino e, guardando il motore, faccio “Oooohhh” ma… qual’è il contenitore dell’acqua che stiamo cercando? e, il gentile benzianio, lo indica.

Già che ci sono chiedo dell’olio e dell’acqua del radiatore. E lui, con garbo e tanta pazienza, come si farebbe con i bambini di 3 anni, mi mostra le parti del motore e  le controlla. La macchina è a posto.

Nel frattempo  diluvia sempre di più.

Lo guardo e gli faccio vedere la gomma esausta… “Mi sembra di capire che dovrò bagnarmi”  sorride. Sposto la macchina, prendo l’ombrello come fossi una paddoc girl e con gran zelo cerco di proteggere il gentil benzianio mentre gonfia i pneumatici.

“Senti ma…come ti chiami? devo sapere il nome del mio angelo custode, senza il tuo aiuto ero persa!”, alza lo sguardo e risponde “Ho il nome più bello del mondo!” ed io “Di sicuro! Ovviamente… e come se no… e quale sarebbe?”, “Luca, mi chiamo Luca” , “Ahhh sì, un nome straordinario! ecco Luca, per te, per il tuo disturbo”.

Non ne voleva sapere della mancia, ho dovuto lottare parecchio per lasciargli la banconota in tasca.

“Luca, abbi pazienza che ci vuoi fare, sono bionda…” e lui, guardandomi gentile con i suoi occhioni azzurri, ha risposto “Lo so, lo so”.

Epperò che meraviglia quando capita di incontrare un maschio_maschio al quale poter chiedere aiuto…

Pimpra

 

PIMPRA E I MOTORI: GIOIE E TREMORI

A primavera bisogna mettersi a fare un sacco di cose. Allenarsi, seguire – veramente – la dieta, riconciliarsi con la cellulite che tanto – prima o poi – andrà sfoggiata in spiaggia, e fare la revisione dei tuoi mezzi di trasporto.

Già perchè, proprio quando i soldi ti si accorciano miseramente nel conto, ti tocca pagare tutte insieme, un sacco di cose.

Mercoledì è il turno della macchina. A me sembra perfetta, aggressiva, metallica, un gioiellino. Consegno le chiavi al giovane meccanico dall’aspetto torvo. Mentre l’auto è sotto i test, continuo a tenere d’occhio l’espressione del ragazzo: sempre più imbronciata. Al che, penso che devo fare qualcosa, mi sta salendo l’ansia, non voglio nemmeno sapere cosa significhI non passare la revisione.

Mi rivolgo al collega più anziano, “Ma che faccia torva ha il vostro collega, non vorrà mica bocciarmi la macchina! Mi sento come una mamma in attesa che il figlio passi la matura… accipicchia che agitazione…!” la frase mi è uscita così bene che l’uomo si è messo a ridere, rassicurandomi sul fatto che il giovane collega quella faccia la porta sempre in giro così. “Ahhh meno male, perchè, sa, non potrei subire l’affronto di una bocciatura” e sorrido insieme a lui.

Morale 1: la macchina passa la revisione anche se: devo far riparare la parte finale della marmitta, i fari erano altissimi (e me li ha sistemati di sua sponte il meccanico torvo) e la ruota davanti ha evidenti segni di sgonfiaggio.

Pago la tassa, ringrazio e prendo appuntamento per lo scooter, non prima di aver fatto la selvaggia brutta figura di quella che non sa che anche i 2 ruote devono essere revisionati “Oh, ma come siete stati gentili! Grazie a voi non rischierò una salatissima multa!”

Venerdì pomeriggio è il turno del motorino. So che troverò il meccanico imbronciato e già so che devo essere gentile con il più anziano. Metto in atto il piano. “Buonasera Signori, eccomi di nuovo! Mi raccomando non fatemi scherzi che lo scooter è femmina e ha un brutto carattere!”, l’anziano ride, il giovane no. Stavolta però, sono più tranquilla, è il primo che farà i test al mezzo e so che per me prova una certa simpatia. Prima dell’appuntamento, infatti, avevo confessato che il 2 ruote aveva bisogno di pastiglie e forse dischi nuovi, tanto che avevo detto che sarei andata prima dal meccanico a farlo mettere a posto e poi a fare la revisione. Il gentile titolare dell’officina, invece, onde evitare il rischio della multa, mi ha permesso di fare il percorso contrario…

Morale 2: non ho praticamente più il battistrada della ruota posteriore, e, come sapevo, i freni sono da rifare.

Ebbene, sono stata promossa!

Morale 3: SOLO PER LE DONNE: Amiche care, sappiate che, a volte, nella vita, essere delle bionde  – apparentemente – svampite, ma allegre, simpatiche e gentili, porta a risultati GRANDIOSI!

Un felice fine settimana a voi tutti! 🙂

Pimpra

  • Pimpra su Instagram

  • TAG

    2013 2014 2015 2016 abbraccio amiche amici Amici e amiche amicizia Amore amore Andar per maratone Andar per Milonghe Anima anno nuovo vita nuova anta e ribalta attimi Attimi belli Attualità Bel Paese blog blogger CARATTERE cazzate cronache dal mondo panda dare tempo al tempo Dillo alla zia Pimpra di tanto in tango Donne e valigie emozioni fine settimana Friuli Venezia Giulia gabbietta immagini incontri i saggi consigli di Nonna Papera Italy Lavoro milonga momenti Mondo Panda mondo panda mondo tango Natura pausa pranzo pensieri pensieri leggeri pensieri sparsi pensiero positivo PERSONALITA' Pimpra milonguera riflessioni RISVEGLI Salute e benessere Senza categoria Società e costume Sport STICAZZI sticazzi storytelling Tango Tango argentino tango marathon Tango milonguero tango trotters tanto tango Trieste Uncategorized uomini e donne vecchiaia in armonia Viaggi viaggio Vita di coppia vita moderna vita sui tacchi a spillo
  • Archivi

  • ARTICOLI SUL TANGO

    Se cerchi gli articoli che parlano di tango cerca "di tanto in tango" nel banner TAG o fai la ricerca nel bannerino CATEGORIE
  • I post del mese

  • LA TRIBU’

  • Pagine

  • Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: