Annunci
Annunci

LEI, IO E LA VALIGIA!

Le amiche del cuore sanno come aiutarsi, sostenersi e ridere insieme delle reciproche disgrazie che la vita non è sempre rosea come vorremmo e il principe azzurro  da un bel po’ di tempo ha perso il suo colore naturale.

Cosa ci resta? Ridere insieme e sdrammatizzare!

Lei parte per due settimane di mare blu e vento e sabbia e altre amiche e relax e chupitos e ogni bendidio che Lanzarote può regalare.

E’ agitata perchè prima della partenza deve prevedere tutte le possibili variabili e, possibilmente, far entrare in valigia le soluzioni.

Ed ecco che intervengo io, nel tardo pomeriggio, ad aiutarla a liberarsi del superfluo che, chi resta, vede con occhi più razionali ed elimina il peso inutile.

E’ stata abbastanza brava, non fosse per: 2 (!!!)  flaconi di olio per capelli, creme solari scadute, le scarpe della zia Pina che sono rimaste a terra, il bagnoschiuma mezzo vuoto sostituito da campioncini, il mezzo kilo di noci/noccioline/mandorle (ma non si trovano ovunque nel mondo???) e … il thè pe rla prima colazione dell’arrivo e 2 lime [“Tesoro, ma tu non sei normale!!! ma che ti porti a fare il lime a Lanzarote??? e il thè??? Fai la spesa e trovi tutto lì’!!!” , Lei “Eh ma il primo giorno cosa bevo a colazione? No, dai mi sento più serena se mi porto il thè da casa!” e lì ho ben compreso che si tratta di patologia da “copertina di Linus” e non ho insistito perchè lasciasse a casa detta mercanzia].

Le dico brava che non si è portata dietro l’armadio intero. Faccio per andare via e Lei, ingenuamente, se ne esce con un “Porto anche questo che altrimenti lo butto”, mi giro e vedo l’amica con un tocco di formaggio puzzone, mezzo avariato che voleva nascondere in valigia.

Vi risparmio quello ciò è uscito dalla mia bocca, prima insulti pesanti che si sono immediatamente tramutati in una colossale e fragorosa risata di entrambe.

Perchè, per noi donne, la valigia è anche questo!

🙂

Pimpra

Annunci
Articolo precedente
Articolo successivo
Lascia un commento

13 commenti

  1. teacher

     /  27 giugno 2012

    Non oso immaginare cosa potrebbe succedere se la valigia andasse persa e restituita dopo 4 giorni…. w il puzzone di moena!! 🙂

    Mi piace

    Rispondi
    • AHAHAHAHAH è quello che le ho detto! ma riesci ad immaginar ela puzza???!! 😀

      Mi piace

      Rispondi
      • teacher

         /  27 giugno 2012

        riesco ad immaginare il fattorino che sta riportando le varie valigie in albergo…. e il suo per prudenza l’ha legato sul portapacchi 😀 😀 😀

        Mi piace

  2. antigonewoland

     /  27 giugno 2012

    io viaggio con un cambio, un maglione (in caso di freddo) il mio beautycase che contiene: dentifricio, spazzolino, kajal nero, rimmel nero, matitone labbra e labello. mi basta uno zaino. e vafangul: sono uomo dentro, sempre detto.

    Mi piace

    Rispondi
  3. antigonewoland

     /  27 giugno 2012

    massì ma guarda che anche molti uomini sono corrotti a sti livelli. non capisco vai in vacanza e te porti dietro l’impossibile, allora stai a casa e fai prima. Una volta anni fa andai in un negozio che si occupava di camping. bene rimasi scioccata dal vedere tende con le stanze…ma minchia, ma non ci state proprio dentro.

    Mi piace

    Rispondi
  4. antigonewoland

     /  27 giugno 2012

    si…e scelgo io con chi accompagnarmi, per fortuna…:-)

    Mi piace

    Rispondi
  5. per noi donne la valigia è un come se fosse un guardaroba……pensa che io la faccio così piena che per chiuderla devo sedermi sopra……….

    Mi piace

    Rispondi
  6. Sandy

     /  26 luglio 2012

    Dall’amica del formaggio puzzone: Eh sì, Pimpra, avevi ragione! Metà della roba che ho portato in effetti avrei potuto lasciarla a casa. Tanto poi non andavo mica in Amazzonia 🙂 E con quello che ho comprato in loco la mia valigia al rientro pesava 5 kg di più e scarrozzarla su per i sei piani senza ascensore di casa mia in piena notte dopo un giorno di viaggio, come accade reiteratamente ad ogni mio rientro dalle vacanze, mi ha fatto scaturire una lunga serie di auto-improperi e giuramenti che la prossima volta partirò con un trolley da cabina. PS il formaggio puzzone, ritrovato ancora più puzzone nel frigo, purtroppo è finito nella spazzatura ma ti assicuro che l’intenzione di metterlo in valigia derivava da un sano orrore per lo spreco di cibo, ereditato dalla mia nonna contadina 😀 Sandy

    Mi piace

    Rispondi
    • Sul peso della valigia, non discuto e comprendo anche l’orrore verso lo spreco di cibo ma lasciati dire che… il puzozne hai fatto bene a lasciarlo nel frigo… per il resto… Amen! 😉

      Mi piace

      Rispondi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: